Amici della Sapienza

CON LA SAPIENZA, SIAMO PROFETI DI SPERANZA

Incontro internazionale degli amici della Sapienza
Dal 16 al 24 agosto, 2017

Sr Mary Chiodo, Provincia degli Stati Uniti

 

Amici della Sapienza di 15 paesi sono venuti a camminare insieme sui passi di Montfort e di Maria Luisa. Sono venuti con la ricchezza delle loro culture, delle loro esperienze e della loro ricerca della Sapienza. Sono venuti a partire dal loro servizio per i poveri, portando con loro l'amore delle Figlie della Sapienza con le quali collaborano. Portano la loro fede profonda, il loro spirito di preghiera per andare incontro agli altri.

Il pellegrinaggio, organizzato da Sr Chantal Rabier, Sr Marie-Laure Pailler, Nic Slaus e Pierre-Marie Micheaux ci ha stimolati a essere « profeti di speranza nel nostro mondo - una speranza ancorata nella nostra realtà sociale, culturale, economica e spirituale. »

Ogni giorno ci riunisce attorno a una condivisione di una storia della vita di Maria Luisa e di Montfort. A Poitiers, preghiamo e riflettiamo imparando a conoscere Maria Luisa nelle sue lotte e nella sua perseveranza per far nascere la Congregazione delle Figlie della Sapienza. Andiamo all'ospedale alla Rochelle dove Montfort ha posto le sue Suore responsabili dei poveri e degli emarginati. Là, in un profondo silenzio, saliamo gli antichi gradini di legno usurato per entrare nella camera di Maria Luisa. E' difficile descrivere il silenzio che accompagna i nostri viaggi al ponte di Cesson, a Pontchâteau, e alla grotta di Mervent - silenzio pieno di santità e di Sapienza. In ogni luogo, vengono raccontati la storia di Montfort, la sua predicazione appassionata, il suo amore dei poveri, della Croce e di Maria, come pure le sue sofferenze e le sue delusioni. Percorrendo le stazioni della Via Crucis a Pontchâteau, al nostro spirito erano presenti le sofferenze del mondo che ci circonda.

Durante il nostro pellegrinaggio, ci siamo anche divertiti, con gli svaghi dei diversi paesi, abbiamo mangiato dell'eccellente cucina francese e abbiamo formato solide amicizie. Al momento della sessione finale degli Amici è stata rivolta una domanda alle Figlie della Sapienza: costituire un comitato internazionale di amici della Sapienza per continuare questi incontri e per mantenere gli Amici collegati in modo creativo. Sr Louise Madore, Superiora generale, si è impegnata perché questo si realizzi.

Che cosa possiamo portare a casa? Ecco qualche riflessione:

« Seguendo Luigi da Montfort, ho trovato la Sapienza che mi abita. Penso che frequentare la Sapienza ci spinga a lavorare con i poveri. »

« Maria è sempre presente sotto la croce. Ora, ho colto la sua realtà in modo diverso. Come me, ha dovuto risolvere dei problemi. Sento che d'ora in poi posso ricorrere a lei. »

«  Il pellegrinaggio mi dà un rinnovato impegno spirituale. Sentir parlare dei luoghi è bello, ma venire nei luoghi memoria cambia la mia vita. »

« Veramente non volevo venire - stare lontano dalla mia famiglia - ma ora, qui sento la fede di tutti e rientro in famiglia per essere in missione. »

« Non amavo i poveri - li temevo - voglio cambiare. Voglio trovare la sapienza come ha fatto Montfort. Come si trova la sapienza? »

Article available in Français English Espanol Italiano
Other articles in the section Amici della Sapienza
CON LA SAPIENZA, SIAMO PROFETI DI SPERANZA
COMITATI DEGLI «AMICI DELLA SAPIENZA»
UN SEGRETO BELLO E PREZIOSO DA RIVELARE
ASSOCIATI DELLA SAPIENZA - PROVINCIA AMERICANA
RELAZIONE sull’INCONTRO NAZIONALE degli AMICI DELLA SAPIENZA
Amici della Sapienza - Belgo
Il tempo della riconoscenza
Frutti dell’incontro internazionale Degli Amici della Sapienza
Amico, Amica della Sapienza, chi sei?
Primo incontro internazionale degli Amici della Sapienza – 2008
Navigateurs: Internet Explorer version 10 et +, Firefox et Chrome | Copyright: Filles de la Sagesse 2005-2014