Sezione: Attualità : Congo

Kisangani, Repubblica Democratica del Congo

Da più vicino si vede meglio la realtà
Virginie BITSHANDA, Figlia della Sapienza (FdS)

« A Kisangani, RDC, con le suore della comunità di formazione, sta per nascere un progetto di associazione delle mamme. L'associazione ha lo scopo di riunire donne di condizione modesta, di Kisangani,  per aiutarle a organizzarsi per un'autonomia finanziaria /…/ Un bel progetto che si situa bene nella linea dell'orientamento regionale: « Raggiungere le mamme per sostenerle nella loro lotta per la cura dei bambini e di tutta la famiglia».

Così scriveva Sr Pierrette, FdS, responsabile regionale, in una lettera circolare alle suore della regione.

Album foto

Questo progetto, ora ben vivo, al momento dell'avvio non è stato facile!

Un reclutamento inclusivo
Abbiamo innanzitutto reclutato le donne, senza esclusione. Fra queste donne, alcune erano cattoliche, altre musulmane, altre testimoni di Geova, altre protestanti, altre ancora della chiesa del Risveglio …  Non essendo d'accordo con questo reclutamento, il gruppo ha innanzitutto reclamato di essere suddiviso secondo la confessione religiosa. Per queste donne non era possibile lavorare insieme con tante differenze religiose. I pregiudizi tra le varie categorie erano molto forti. Questo non ci ha stupito perché ascoltando le « predicazioni » trasmesse sui canali televisivi, capivamo bene come tutti questi « messaggi » portatori di critiche negative, incitano alla divisione, all'ostilità, alla violenza ... Sono soprattutto le donne ad essere sfruttate in questo senso per il loro fanatismo religioso.

Come fare per creare lo spirito di gruppo?
Conoscendo le realtà culturali sul posto, e tenendo conto delle mentalità dell'ambiente, abbiamo attinto alle esperienze anteriori, nell'accompagnamento dei gruppi. Ci siamo serviti degli strumenti della formazione ricevuta a l'IFHIM* per accompagnare questi gruppi di donne.
  
Dove si trovano in questo cammino?
C'è un proverbio swahili che dice : « Kwakuguakwenyenyumbakunavuyainafaakuishindani ». Questo significa: «Più si è vicini meglio si vede la realtà». Di conseguenza abbiamo preso i mezzi …
Abbiamo così meglio colto le condizioni avvilenti che la società impone alle donne.
Frequentandole più da vicino, questo ci ha anche permesso di testimoniare e confermare che le forze (capacità, abilità, coraggio, qualità, amore ...)  in queste donne, sono impressionanti e portatori di speranza.

Ne vediamo già qualche segno:

- Queste donne stupiscono le persone che chiedono loro: «Con questa mescolanza di confessioni religiose, come fate a mettervi insieme e a collaborare?

Iniziano delle attività come fonte di entrate mettendo insieme le loro qualità, capacità, talenti, competenze, ...

- Hanno costruito a poco a poco la pace fra di loro, decidendo di guardarsi come persone al di là delle differenze. Si fanno visita, si sostengono e si assistono quando c'è un problema e questo, nel rispetto della differenza della loro fede religiosa.

- Stanno diventando delle moltiplicatrici. La loro testimonianza impegna i loro figli, i mariti, gli amici e i vicini. Altre donne sollecitano di far parte dell'associazione, per essere organizzate e accompagnate.

- Tre associazioni per queste donne sono in funzione a KABONDO, a SIMI-SIMI e a MANGOBO. Le donne vi svolgono attività manuali che poi vendono: i chikwangu, (bastone di manioca), il fufu (la farina di manioca), il pane …

Che gioia, che incoraggiamento per queste donne che non smettono di ringraziare le suore e la congregazione, per aver pensato a loro. Da parte nostra, che gioia vederle anche capaci di approfittare di questo accompagnamento che, a poco a poco, le aiuta non solo nella loro assunzione dell'impegno finanziario, ma anche nel farsi carico della loro dignità di «Mamme». Se fossero rimaste sole, ognuna, non avrebbe mai saputo che cosa potevano fare insieme!

Tutti questi effetti positivi ci stimolano ad allargare progressivamente la nostra missione presso le donne della nostra regione.

Article available in Français English Espanol Italiano
Other articles in the section Attualità : Congo
Maternità « Maria Luisa »
LA FAMIGLIA MONFORTANA FA MEMORIA ...
Kisangani, Repubblica Democratica del Congo
Ritornata in Congo, Virginie racconta …
Animazione vocazionale in CONGO
Un nuovo slancio per la Regione del Congo
Navigateurs: Internet Explorer version 10 et +, Firefox et Chrome | Copyright: Filles de la Sagesse 2005-2014 Legals