Sezione: Attualità : Congo

Animazione vocazionale in CONGO

Testimonianza di Virginie BITSHANDA BOFONGA fdls 

L’animazione vocazionale che per la Congregazione è una priorità voluta dal Capitolo generale 2006, trova il suo posto nelle priorità della Regione Congo.

Far conoscere la Congregazione, raggiungere i giovani nel loro ambiente di vita, far parte delle commissioni dei diversi gruppi di giovani, particolarmente  il gruppo delle vocazioni, collaborare con altre congregazioni per la pastorale vocazionale, sono altrettanti mezzi che utilizziamo come politica per il risveglio vocazionale nella nostra entità del Congo.

In questa prospettiva ho intrapreso un viaggio nell’Est del paese nelle diocesi di Bunia e di Butembo-Beni. Da un anno ero in contatto con alcune giovani di questi luoghi, che hanno manifestato il desiderio di conoscere la nostra Congregazione. Desideravo andare da loro, ma l’insicurezza della guerra in queste regioni non mi ha permesso di andarvi prima. In luglio la situazione era calma e l’organizzazione della comunità ha tenuto conto del mio progetto di effettuare questo viaggio. Incoraggiata e sostenuta da Sr Pierrette e dal suo Consiglio, sono andata ad incontrare queste giovani. L’ambiente mi era sconosciuto, ma sapevo che potevo avere la collaborazione degli agenti pastorali che mi hanno accolta molto bene. In effetti mi hanno reso facili  i contatti con le giovani del gruppo vocazioni delle diverse parrocchie. Ho incontrato una decina di gruppi di giovani, ragazzi e ragazze; studenti universitari, lavoratori e i più numerosi alunni della scuola secondaria. Questi giovani avevano tra i 14 e i 30 anni.

Dopo ogni incontro di gruppo, offrivo un tempo di scambio con coloro che desideravano parlarmi personalmente. Molti hanno approfittato di questo tempo di accompagnamento ma spesso ho dovuto tagliare per essere disponibile ad altri gruppi di giovani e alle attività previste

Ho privilegiato gli incontri con le giovani che avevo già contattato per posta per conoscerle personalmente, scambiare sulle motivazioni manifestate, visitarne le famiglie e rispondere alle loro questioni. Ho anche consultato alcune persone che hanno camminato con loro.

L’occasione è stata favorevole per far conoscere la Congregazione in questo ambiente in cui la maggioranza dei cristiani sente per la prima volta il nome di Figlie della Sapienza. Pertanto la Legione di Maria e il movimento sacerdotale mariano, presenti in questa zona, hanno come patrono il Padre da Montfort.

Ogni domenica, nelle Parrocchie, si celebrano quattro Messe e le Chiese sono sempre piene. Dopo l’omelia il celebrante mi presenta all’assemblea e mi dà un po’ di tempo per presentare la mia Congregazione.  Sono stata invitata anche alla radio della diocesi di Bunia per parlare delle Figlie della Sapienza.

La gente e specialmente i legionari di Maria e gli aderenti al movimento sacerdotale mariano, erano contenti di scoprire che la nostra Congregazione, presente in Congo, è stata fondata da S. Luigi Maria da Montfort, tuttavia era sconosciuta a tutti. Più parlavo della Congregazione e più la gente voleva approfondirne la conoscenza.

Da questo viaggio missionario sono tornata molto contenta: contenta di aver incontrato le giovani, contenta di aver fatto conoscere la Congregazione in una parte del Paese dove non siamo presenti. “Come si può amare ciò che non si conosce?” ci diceva il P. da Montfort nell’Amore dell’Eterna Sapienza. Questo viaggio mi ha dato una carica e mi ha confermata nella missione di far conoscere la Sapienza in vista di farla amare…

Article available in Français Espanol Italiano
Other articles in the section Attualità : Congo
Maternità « Maria Luisa »
LA FAMIGLIA MONFORTANA FA MEMORIA ...
Kisangani, Repubblica Democratica del Congo
Ritornata in Congo, Virginie racconta …
Animazione vocazionale in CONGO
Un nuovo slancio per la Regione del Congo
Navigateurs: Internet Explorer version 10 et +, Firefox et Chrome | Copyright: Filles de la Sagesse 2005-2014 Legals